Mappa del sitoContattiInfo e CreditiAiutoStampa questa paginaFeed RSS
spacerspacerspacerspacer
Caratteri piccoli Caratteri medi Caratteri grandi
Anno 2011
Appuntamenti
Anno 2010
Anno 2009
Anno 2008
Anno 2007
Anno 2006
Anno 2005
Desiderate segnalare un evento?
Registrazione
Dimenticato la password?

Username:

Password:



AREA PARTNER
Per iscriverti alla nostra newsletter è sufficiente compilare il campo sottostante.

Email:

08/05/2011

QUI SI FA L'ITALIA E SI MUORE

LA STORIA DEL VALLO ALPINO DELL'ALTA VALLE ORCO

Alla Cà dal Meist, a Ceresole Reale, il Centro Rete del Canavese del progetto «La Memoria delle Alpi», accanto alla pannellistica sulla tragedia del colle Galisia e sulla battaglia di Ceresole, ospita la ricerca dello storico Marco Boglione sulle fortificazioni del vallo alpino, settore alta Valle Orco. Il ciclo di mostre è stato inserito in un'unica esposizione denominata "Qui si fa l'Italia e si muore".

Le opere difensive del Vallo Alpino in Valle Orco vennero realizzate fra il 1939 e il 1940 e quindi abbastanza tardi rispetto ad altre direttrici considerate militarmente più importanti. Dopo l’armistizio dell'8 settembre 1943, il Vallo Alpino venne abbandonato e in valle Orco si infiammò la lotta partigiana.

Visite su prenotazione contattando la Libreria dell’Orco (davanti al Municipio di Ceresole 0124.953138). Da fine luglio ad agosto apertura continuata.
 



Capofila: Regione Piemonte - Assessorato Cultura
Capofila Svizzera: Istituto di Storia delle Alpi - Università della Svizzera Italiana
Partner principale Francia: Università Pierre Mendès France di Grenoble
Coordinamento: Centro d'Iniziativa per l’Europa del Piemonte